Grazie al Superbonus introdotto quest’anno dal Governo è possibile accedere a nuove detrazioni per opere di riqualificazione energetica e antisismica. In particolare, ecco come sfruttarlo per installare i pannelli solari, che rientrano fra gli interventi coperti dal supersconto del 110% in 5 anni purché integrino altre tipologie di lavori strutturali.

Villette, case singole e condomini

Passare al fotovoltaico in questo momento è conveniente non solo per chi abita in una casa indipendente o in una villetta a schiera, ma anche in condominio. Per incentivare l’utilizzo del Superbonus, infatti, sono state introdotte misure di semplificazione che permettono ai proprietari di installare pannelli solari a beneficio della singola abitazionenon serve, quindi, il via libera da parte di tutti gli altri condomini, purché l’intervento non alteri il decoro dell’edificio (basta installare i pannelli sulle coperture che non siano visibili dal basso o su tetti nei quali siano già presenti altri impianti).

Come abbinare i pannelli per avere diritto all’agevolazione

Come abbiamo detto, per ottenere i requisiti di risparmio energetico che danno diritto al Superbonus bisogna integrare l’installazione dei pannelli con altri lavori. Per esempio la coibentazione, la sostituzione della caldaia o l’acquisto di una pompa di calore grazie alla quale si potrà fare a meno del gas. Inoltre è stato raddoppiato il limite di spesa su cui è possibile chiedere l’agevolazione: fino a 48.000 euro sia per i pannelli sia per i sistemi di accumulo, cioè quei dispositivi che “stoccano” l’energia prodotta e non consumata immediatamente. Anche qualora non si potesse sfruttare la detrazione al 110% sarebbe comunque conveniente comprare il pacchetto completo, cioè sistema di accumulo e pannelli, avvalendosi dell’agevolazione ordinaria al 50%.

Articolo tratto da:

CASA ECOLOGICA: GRAZIE AL SUPERBONUS È L’ORA DEI PANNELLI SOLARI (immobiliare.it)