Pare che anche per il 2019 la detrazione sarà prevista nella misura del 50%.

In attesa della Legge di Bilancio 2019, la proroga delle detrazioni fiscali in materia di ecobonus prevista continua a suscitare grande interesse. Verrà confermato nella misura del 50% oppure tornerà ad essere del 65%?

«Già nella legge n. 205 del 2017 (legge di Bilancio per il 2018) le detrazioni spettanti per le spese relative agli interventi di acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione, così come le detrazioni per le spese per gli interventi di ristrutturazione edilizia, erano previste nella misura del 50 per cento.

E’ allo studio, nel disegno di legge di Bilancio per 2019, la proroga delle menzionate agevolazioni per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2019. Saranno confermati per ogni tipologia di intervento i limiti di detraibilità previsti dalla normativa attualmente vigente».

Se da un lato la risposta dell’on. Bitoncini certamente delude, perché non lascia spazio alla possibilità di un ritorno all’ecobonus al 65%, dall’altro suona rassicurante per il settore dei serramenti e delle schermature solari visto il clima che aleggia sulla finanza pubblica. Con tutte le cautele del caso, come suggeriscono le parole “E’ allo studio…” e “l’annunciata proroga”, pare infatti che il Governo menterrà lo status attuale ovvero l’aliquota del 50% per l’ecobonus in caso di sostituzione di infissi, schermature solari, e impianti di climatizzazione invernale (tramite caldaie a condensazione e a biomassa).