A quanto ammontano le spese notarili su un rogito di acquisto casa? Ci sono alcuni elementi da considerare ma non sempre il costo alto dipende dall’onorario del professionista contattato.

Tra le voci in preventivo accessorie all’acquisto di casa, le spese notarili sono tra le più cospicue. Chi compra casa (visto che di prassi normalmente è il futuro acquirente che sostiene il costo del notaio) farà bene a metterli in preventivo nel proprio budget in modo da evitare di fare il passo più lungo della gamba. Per ottimizzare i costi e risparmiare sul preventivo notarile, scegliere il professionista o lo studio dopo aver valutato il preventivo per il rogito può fare la differenza. Ma non è tutto: ci sono dei parametri che determinano il costo del notaio per l’atto di acquisto immobiliare che non dipendono dall’onorario del notaio ma dal tipo di immobile o di acquisto. Cerchiamo di fare chiarezza.

 

TROVATO CASA? COME CALCOLARE LE SPESE NOTARILI PER L’ACQUISTO

Ci sono alcune caratteristiche dell’immobile da acquistare che incidono sul costo dell’atto: ecco perché, per poter fornire un preventivo dettagliato, il notaio vi chiederà qual è la rendita catastale, il prezzo di vendita dell’immobile, se sono incluse pertinenze etc. Sono tutte cose che, chi sa quale sarà la casa oggetto del rogito, sa o può conoscere facilmente.

Ad ogni modo, una volta trovato l’immobile, per sapere quanto costerà il notaio per il rogito la via più diretta e sicura e chiedere il preventivo direttamente al notaio. La Legge sulla Concorrenza del 2007 ha introdotto l’obbligo ai notai, e ai professionisti in generale, di fornire il preventivo scritto su richiesta.

Il costo dell’atto non dipende però esclusivamente dalla casa: a parità di immobile potrebbero esserci variazioni e non dipende solamente dall’onorario del notaio. Un rogito, redatto dallo stesso notaio e per lo stesso immobile, potrebbe avere un costo differente per due acquirenti immaginari distinti. Da che cosa dipende questa diversità? Dalle modalità di acquisto e dalla destinazione d’uso sostanzialmente.

 

PERCHÉ IL COSTO DEL NOTAIO PER IL ROGITO È MAGGIORE SE SI TRATTA DI SECONDA CASA?

La normativa fiscale prevede delle agevolazioni sull’acquisto della prima casa per favorire il diritto all’abitazione principale. Ecco perché, a parità di immobile, comprare la prima casa è molto più economico rispetto ad investimenti in immobili per uso vacanza o investimento. L’atto di acquisto della seconda casa non gode di agevolazioni fiscale e prevede imposte più alte. Non è propriamente corretto, quindi, dire che il notaio per l’acquisto della seconda casa è più caro perché è l’atto a prevedere costi fissi maggiori.

 

CHI SCEGLIE IL NOTAIO PER L’ACQUISTO DI CASA QUANDO INTERVIENE L’AGENZIA IMMOBILIARE?

Nessuna differenza si rileva, invece, in base alle modalità di acquisto, ovvero che siano tra privati o mediante intermediazione di agenzia immobiliare. Quest’ultima potrebbe, se le parti non dispongono di un nominativo di fiducia, indicare notai con i quali ha collaborato. L’errore comune è pensare che queste indicazioni siano obbligatorie o che garantiscano una qualche agevolazione sui tempi per il rogito o sui costi.

 

PERCHÉ SE SI CHIEDE IL MUTUO LE SPESE NOTARILI PER L’ACQUISTO DI CASA AUMENTANO?

Quando invece la modalità di acquisto immobiliare può incidere sul costo del notaio? Quando, caso non raro, il futuro acquirente dovrà chiedere un mutuo ipotecario per finanziare l’investimento. Il contratto di mutuo, infatti, richiede l’intervento del notaio. Nell’ipotesi in cui si acquista casa con mutuo, dunque, serviranno due distinti atti notarili. Quando si preventiva il budget di spesa in questo scenario è bene ricordare che le spese notarili per il mutuo e per l’acquisto di casa, non rientrano nel loan to value della banca. Quest’ultima, solitamente, riconosce fino all’80% del valore dell’immobile. Ciò significa che, oltre al residuo 20%, bisognerà considerare una liquidità utile per le spese accessorie, tra cui anche la parcella notarile.

Speriamo di avervi fornito informazioni utili su quelli che sono i costi relativi all’acquisto di casa perché non sempre si valutano in modo approfondito tutte le spese e si rischia di restare spiazzati o di fare il passo più lungo della gamba quando si calcola il proprio budget disponibile.